chiudi il menu logo orizzontale
chiudi il menu
icona sostenibilita
IT
Wison Tungthunya

Openbox Architects progetta con il marmo e integra l’architettura nel paesaggio: la Marble House in Thailandia

BLOG Settembre 21, 2022 | MARMO & DESIGN

“L’eleganza audace del vivere all’interno di un unico pezzo di roccia ci ha ispirati a creare qualcosa di straordinario”.

Openbox Architects

Un uso del marmo contemporaneo ed evoluto caratterizza l’approccio di Openbox  a questo progetto e definisce il carattere unico di questa abitazione perfettamente integrata nel paesaggio circostante.

Sono molti gli architetti del Novecento che incontrando il marmo, se ne sono innamorati e ne hanno fatto una componente essenziale, per non dire il protagonista, dei loro più riusciti progetti: da Mies van der Rohe a Carlo Scarpa, Già Ponti, Angelo Mangiarotti e Renzo Piano solo per ricordarne alcuni.

Lo stesso innamoramento coinvolge anche architetti e studi di progettazione appartenenti alle generazioni più giovani, come nel caso di Openbox Architects che, nel 2017, ha realizzato questa residenza privata a Bangkok in Thailandia,  dandole la forma di una vera e propria scultura in marmo.

Per la realizzazione è stato utilizzato il marmo Bianco fiammato: la fiammatura è una tecnica di lavorazione della pietra naturale che viene eseguita portando la superficie da trattare ad altissima temperatura attraverso l’utilizzo di una fiamma ossidrica. La pietra viene poi immediatamente raffreddata con acqua e lo shock termico provoca il distacco di piccole scaglie dandole un aspetto sia visivo che tattile molto poroso. La fiammatura rende il marmo anche antiscivolo e adatto alle applicazioni esterne.

L’idea iniziale degli architetti di Openbox era quella di ritagliare uno spazio abitativo all’interno di un monolite di marmo dall’aspetto scultoreo. Per questo il blocco principale dell’abitazione ha un aspetto così solido e nello stesso tempo sembra fluttuare sopra lo spazio esternp come a sfidare la forza di gravità. Intorno alcuni blocchi più piccoli di marmo giacciono sul terreno, diventando una componente essenziale degli esterni, apparentemente isolati dal contesto della villa, ma in realtà fortemente correlati come fossero parti del blocco centrale che si sono staccate.

La Marble House si trova su una delle estremità di un terreno rettangolare, in posizione opposta ad un bellissimo albero della pioggia  che, con la sua vegetazione rigogliosa e matura, va a creare un bellissimo contrasto con il padiglione esterno della villa dallo stile architettonico moderno e lineare, riflettendo nello specchio d’acqua della piscina un’immagine incredibilmente suggestiva.

In questa villa l’uso del marmo, fra interni ed esterni, è veramente importante: come finitura esterna il marmo è stato applicato sulla superficie del muro di mattoni, proteggendolo dalle intemperie e schermando la casa dalla luce solare e dal calore esterno che, nell’estate di Bangkok, è molto intenso, rinfrescando così anche gli interni in modo non artificiale.

La villa con pianta quadrata si apre sull’esterno attraverso il cortile permettendo alla luce naturale e alla ventilazione di invadere tutti gli spazi interni: il bambù nel cortile centrale si muove e ondeggia continuamente a sottolineare la costante presenza del vento.

La presenza di terrazze a tasca dona privacy ad una abitazione che è comunque circondata da altre case, ma le aperture stesse delle terrazze lasciano entrare negli ambienti la luce naturale e creano, come leggiamo nelle parole degli architetti, ‘una sorta di cielo privato’. Alcune finestre sono state posizionate sul lato esterno della residenza per motivi strutturali. L’inclinazione delle finestre verso un angolo più aperto, rivolto verso ciò che circonda la casa ne caratterizza la  forma.

Infine, tutto il progetto ruota attorno ad un uso sapiente dei materiali, dello spazio e delle forme: un gioco senza soluzioni di continuità fra dentro e fuori con l’obiettivo di porre in forte connessione fra loro architettura, paesaggio ed interni. Una scelta progettuale che  deriva da una semplice richiesta della committenza di costruire una abitazione che fosse naturalmente percepita come una scultura.

Foto:
ArchDaily.com, Wison Tungthunya

Crediti:
Architetti Openbox – https://openbox-group.com/
Architetti principali: Ratiwat Suwannatrai
Team di architetti: Nattawan Supanan, Sudatip Pipatthakorn, Nonglak Boonsaeng
Lead Landscape Architects: Wannaporn Suwannatrai
Team di architetti del paesaggio: Chawannuch JirasukprasertLead Interior Architects: Wannapat Jenpanichkarn
Team di architetti d’interni: Pichaya Sampanvejsobha, Chitchaya Klinkhum
Progettista illuminotecnico: Studio di progettazione illuminotecnica FOS

Tags:ArchitetturaMarble HouseOpenbox ArchitectsThailandia

Altri articoli

FUM Talks 03 - Michele Cazzani BLOG

FUM Talks 03 - Michele Cazzani

FUM TALKS
Michele Cazzani - Designer ed architetto d'interni
Il marmo di Carrara nei Grand Tour BLOG

Il marmo di Carrara nei Grand Tour

STORIE DI MARMO
Il marmo di Carrara un ponte culturale che scavalca confini e travalica gli oceani. Dai tempi più antichi del mondo romano all’era della globalizzazione la materia marmo è sinonimo di eccellenza, bellezza e unicità.
Il lusso e la sostenibilità del marmo anche BLOG

Il lusso e la sostenibilità del marmo anche "on board"

MARMO & DESIGN
In barca, laddove ogni centimetro è progettato per il massimo confort degli ospiti e per una esperienza di navigazione al top, sempre più spesso l’eccellenza che caratterizza il nostro Made in Italy la fa da padrone, diventando protagonista di questi momenti esclusivi di libertà e massimo contatto con la natura.
Architetture di Marmo: alla scoperta del MAMAC – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Nizza BLOG

Architetture di Marmo: alla scoperta del MAMAC – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Nizza

MARMO & DESIGN
Considerato uno dei maggiori centri espositivi  di arte contemporanea della Francia del Sud, il Mamac è stato progettato dagli architetti Yves Bayard ed Henri Vidal sul finire degli anni ottanta.
Il quartier generale FUM si amplia: il nuovo padiglione C1 BLOG

Il quartier generale FUM si amplia: il nuovo padiglione C1

MARMO & DESIGN
Ultimato nel 2021, il padiglione C1 è l’ultimo nato del quartier generale ed è stato progettato da Giuseppe Venuta.
FUM Talks 02 - Stefano Pujatti BLOG

FUM Talks 02 - Stefano Pujatti

FUM TALKS
Architetto - Marmo+mac 2022
A day with: Team Revolution - 15 settembre 2022 STORIES

A day with: Team Revolution - 15 settembre 2022

EVENTI
Japan Home & Building Show STORIES

Japan Home & Building Show

EVENTI
Ci vediamo a Tokyo dal 26 al 28 Ottobre 2022 (10:00 - 17:00) - Hall 5 (Est) | Stand c10-11
FUM Talks 01 - Luca Dini BLOG

FUM Talks 01 - Luca Dini

FUM TALKS
Super Yachts Designer - Salone del Mobile 2022
Premiati da Deloitte Private con il Best Managed Companies Award STORIES

Premiati da Deloitte Private con il Best Managed Companies Award

EVENTI
Deloitte Private ha premiato Franchi Umberto Marmi con il Best Managed Companies Award, riconoscimento dedicato alle migliori aziende italiane che si sono distinte per le scelte strategiche attuate nella gestione della propria impresa
Born in Carrara BLOG

Born in Carrara

STORIE DI MARMO
Quale è l’essenza del marmo di Carrara? Una storia millenaria, la genialità degli artisti, l’eccellenza delle grandi architetture, la maestria dei più bravi artigiani e l’autenticità di essere naturale e sostenibile.
Il tavolo Eros di Angelo Mangiarotti BLOG

Il tavolo Eros di Angelo Mangiarotti

MARMO & DESIGN
Con la sua naturale unicità il marmo nel corso dei secoli è stato spesso utilizzato da grandi architetti e scultori per le irripetibili caratteristiche di durevolezza e di versatilità.
Le cave viste da Daan Zuijderwijk & Maaike Vergouwe STORIES

Le cave viste da Daan Zuijderwijk & Maaike Vergouwe

ART & INSPIRATION
Dana Zuijderwijk (1974) e Maaike Vergouwe (1978) viaggiano da oltre quattro anni per l'Europa nel loro camper che si sono costruiti da soli, insieme alle loro tre figlie Fenna, Alba e Isolde. Sono costantemente alla ricerca di paesaggi singolari in cui lavorare e vivere.
Marmo+Mac 2022 STORIES

Marmo+Mac 2022

EVENTI
In occasione della 56°edizione di MARMO+MAC, che si svolgerà a Verona dal 27 al 30 settembre, Franchi Umberto Marmi è lieto di invitarLa a visitare il proprio stand.
Fili Pari: polvere di marmo che diventa tessuto. BLOG

Fili Pari: polvere di marmo che diventa tessuto.

MARMO & DESIGN
Oggi incontriamo da vicino Fili Pari, la prima startup fashion-tech che abbia sviluppato una collezione di capospalla per donna utilizzando  l’innovativo materiale MARM \ MORE® .
Viaggio nella sostenibilità in FUM - Anteprima BLOG

Viaggio nella sostenibilità in FUM - Anteprima

NATURALMENTE SOSTENIBILE
L’utilizzo sostenibile della materia prima marmo è un obiettivo centrale per Franchi Umberto Marmi che è anche concretamente misurabile nell'ottica di un modello di business trasparente in tutte le fasi del processo.
La Marmifera BLOG

La Marmifera

STORIE DI MARMO
Anche se oggi sembra incredibile c’era un tempo in cui i marmi di Carrara scendevano dalle montagne su una ripida strada ferrata utilizzata dai locomotori e dai vagoni della Ferrovia Marmifera Privata di Carrara.